LED automobile, Dodge Charger, lucedi posizione, freccia LED

Ridurre lo sfarfallamento delle lampadine a LED

Vi è mai capitato di montare una lampadina a LED, sulla vostra autovettura, al posto di una freccia, una luce di retromarcia e di vederla lampeggiare velocemente? E’ un effetto fastidioso, che alcuni chiamano sfarfallamento, altri sfarfallio delle lampadine a LED, altri ancora effetto stroboscopio, oppure tremolio e… anche effetto flickering dei LED. Indipendentemente da come lo volete chiamare, in questo articolo spiego come ridurre lo sfarfallamento delle lampadine a LED. Seguendo i passaggi indicati, la luce del LED si presenterà continua, senza più effetti fastidiosi.

Tralasciamo il fatto che alcune lampadine potrebbero iniziare a sfarfallare perché difettose: ho scritto questo articolo a tal proposito. Il presente articolo risolve il problema dello sfarfallamento per lampadine che sono installate su autovetture moderne, dove potrebbe essere presente una uscita PWM.

Lampadina a LED, luce di posizione, T10 W5W, sfarfallio

Lampadine a LED alimentate in PWM

Alcune centraline di vetture moderne alimentano le lampadine in PWM (pulse width modulation). Detto in parole semplici, l’alimentazione delle lampadine non è costante, come fosse presa direttamente da una batteria, ma piuttosto è ad impulsi.

Le normali lampade ad incandescenza presentano una inerzia termica piuttosto elevata, quindi, anche se alimentate ad impulsi, non si nota uno sfarfallamento. Utilizzando invece delle lampadine a LED, che si accendono e spengono immediatamente, l’alimentazione in PWM può comportare un fastidioso effetto di sfarfallamento.

Ridurre lo sfarfallamento delle lampadine a LED

Ed ecco come risolvere il problema dello sfarfallio delle lampadine a LED. Si consideri lo schema qui proposto. Nello schema, la lampadina a LED è racchiusa nel cerchio di colore rosso.

Lampadina a LED, riduzione sfarfallamento, sfarfallio, flickering, tremolio, PWM, automobili, Amedeo Valoroso, luci posizione, retromarcia

La prima soluzione a sinistra è indicata per vetture che non presentano l’errore canbus. Il secondo schema a destra, invece, mostra come ridurre lo sfarfallamento delle lampadine a LED per vetture che presentano l’errore canbus. Per approfondimenti sull’errore canbus, ho scritto questo articolo.

In pratica, è sufficiente utilizzare un condensatore elettrolitico (C) di capacità opportuna in parallelo alla lampadina a LED, mettendo anche in serie un diodo (D).

Scelta dei componenti adeguati

Per quanto riguarda il diodo D, è facile trovare un componente adeguato. Si deve partire dall’assorbimento della lampadina a LED, misurato in corrente continua con un tester, e trovare un diodo che sopporti almeno il doppio (ma anche di più) di quell’assorbimento. Un buon diodo, di facile reperibilità, è 1N4007, che sopporta 1A, quindi risulta adatto a quasi tutte le luci di posizione o frecce a LED.

Il calcolo del condensatore C è più complicato e deve tener conto di diversi fattori:

  • dell’assorbimento della lampadina a LED;
  • della frequenza dell’uscita PWM della centralina della vettura, che alimenta la lampadina;
  • del tremolio residuo della lampadina a LED che si può sopportare.

Avendo i dati sopra elencati, è possibile calcolare la capacità del condensatore C in maniera precisa, utilizzando la formula di scarica del condensatore. Ad ogni modo, per fare le cose semplici, possiamo agire in via sperimentale.

Per ridurre lo sfarfallamento delle lampadine a LED a basso consumo, che assorbono intorno ai 20mA, si può iniziare ad utilizzare un condensatore C di capacità di 220 uF (almeno 25V di tensione sopportabile). Se lo sfarfallamento residuo è accettabile, e l’effetto flickering del LED smette, possiamo utilizzare quel condensatore. Altrimenti possiamo provare altri condensatori, ad esempio 470 uF, 1000 uF, 2200 uF, ecc…

Più assorbe la lampadina a LED, più elevata deve essere la capacità del condensatore C.

Più è bassa la frequenza dell’uscita PWM, più elevata deve essere la capacità del condensatore C.

Bisogna prestare attenzione che il condensatore elettrolitico è un componente polarizzato. In pratica, ha un terminale positivo (da collegare al positivo della lampadina a LED), ed uno negativo.

Lampadina LED, automobile, macchina, prova di accensione, luce di posizione

Dopo qualche esperimento, sono sicuro che le vostre lampadine a LED avranno una luce perfettamente continua, senza alcun tremolio, sfarfallio, effetto flickering o stroboscopio!

Ti piace questa pagina? Condividila:

Posted in Tecnologia e Computer, Tutti gli articoli.