Stampante Commodore MPS 803, stampante ad aghi, pulizia, lubrificazione

Stampante Commodore MPS 803, pulizia

Ho recentemente recuperato una vecchia stampante ad aghi Commodore MPS 803, abbandonata in cantina. Le sue condizioni non erano proprio ottimali, ma, per fortuna, funzionava. Ho quindi deciso di procedere ad un’accurata pulizia e lubrificazione.

Iscriviti al canale YouTube: Valoroso-IT. Retro tecnologia, Commodore, impianti stereo vintage, retro computer, esperimenti e prove.
Stampante Commodore MPS803, stampante ad aghi, restauro, riparazione, pulizia, carrello rotolo di carta continuo, paper advance

Caratteristiche della stampante Commodore MPS 803

La stampante Commodore MPS 803 è una stampante ad aghi, prodotta a partire dal 1985. Può stampare su fogli di carta singoli, formato A4, ma anche su carta a modulo continuo, mediante carrello opzionale.

I caratteri, già presenti in ROM, sono composti da una matrice di 7×6 punti. La densità è 10 caratteri per pollice. Relativamente alle prestazioni di stampa, la Commodore MPS 803 può stampare in maniera bidirezionale (sia quando la testina avanza che quando ritorna), con una velocità di 60 caratteri al secondo.

EasyScript Commodore 64, Commodore MPS803, stampante ad aghi, inchiostro, stampa, print

Metodo di stampa: stampa ad aghi (Impact Dot Matrix).
Matrice di punti dei caratteri: 7 (altezza) x 6 (larghezza) punti.
Dimensione del punto: 0.3 mm.
Velocità di stampa: 60 caratteri / secondo.
Dimensione caratteri: 2,4 mm (altezza) x 2,2 mm (larghezza).
Larghezza della riga di testo: 80 colonne.
Metodo di stampa: stampa bidirezionale.
Trasporto carta: pagine singole o unità (tractor) per modulo continuo opzionale.
Tipo di nastro: nastro KMP, nylon nero.
Larghezza carta: A4, Letter e carta su modulo continuo opzionale da 102 mm (4 pollici) a 254 mm (10 pollici) di larghezza.
Copie / copie carbone: originale + 2 copie carbone.
Stampa grafica: 7 punti verticali, 480 punti orizzontali, per riga.
CPU: NEC µPD7811G, 128 byte di RAM, 10 MHz.
ROM da 4 KB (EPROM 2732).
Consumo energetico: 8 W inattivo, 30 W in stampa.
Peso: circa 2 Kg.

Pulizia interna ed esterna della stampante Commodore MPS 803

Per smontare la stampante e pulirla internamente ed esternamente, ho dapprima rimosso il carrello per il modulo continuo (tractor), poi il coperchio superiore, infine il nastro dell’inchiostro. Per questa operazione non sono necessari attrezzi specifici.

Stampante Commodore MPS803, stampante ad aghi, interno, riparazione, pulizia, togliere polvere, sporca

Ho quindi svitato le due viti che fissano il secondo coperchio. A questo punto si può rimuovere anche questo secondo coperchio, che protegge l’interno della stampante.

Prestate attenzione a sollevare il coperchio, perché è presente il cavo del pulsante e del led, che deve essere scollegato dalla scheda madre.

Stampante Commodore MPS 803, stampante smontata, carrello, testina sporca, cinghia, ingranaggi, motore passo passo stepper, scheda madre

Dopo aver liberato e rimosso il coperchio, si può passare alla rimozione del gruppo di stampa, che contiene il rullo, la testina ed i motori.

Anche qui, bisogna prestare attenzione a non strappare i cavi elettrici. Dapprima bisogna spostare la testina completamente a destra. Quindi si può sfilare il cavo piatto flessibile della testina dalla scheda madre.

Dopo aver svitato le due viti di fissaggio del gruppo di stampa, scollegare i cavi di collegamento posteriori (quelli dei motori passo passo e del micro switch).

Stampante Commodore MPS 803, collegare fili, scheda, testina, pulizia, rimozione polvere, pulizia, smontaggio, main board

Il gruppo di stampa è dotato di alcune levette di regolazione. Consiglio di consultare il service manual, allegato in fondo a questa pagina, per ulteriori approfondimenti.

Iscriviti al gruppo Facebook. Retro tecnologia, Commodore, impianti stereo vintage, retro computer, esperimenti e prove.

Come si evince dal service manual, anche il gruppo di stampa può essere disassemblato, togliendo il rullo, gli ingranaggi ed anche altri componenti. Se non si è esperti, sconsiglio di smontare il gruppo di stampa.

Nella parte inferiore del gruppo di stampa, è presente il microswitch che allinea la testina a sinistra: consiglio di disossidarlo.

Una volta rimosso il gruppo di stampa, si ha accesso alla scheda madre.

Stampante Commodore MPS 803, scheda elettronica, interno, D7811G NEC, trasformatore, filtro, mainboard, condensatori

Per rimuoverla, bisogna svitare le viti che la fissano, le viti dei cavi di massa, nonché allargare delicatamente i gancetti di plastica. Anche gli altri componenti possono essere rimossi, per procedere ad un’accurata pulizia della parte inferiore del case. Rimuovere la scheda madre e gli altri componenti è un’operazione è un po’ delicata: consiglio solo a chi ha una buona manualità di effettuarla.

Dopo aver spazzolato e pulito accuratamente (ma delicatamente) tutte le parti, è possibile procedere a lubrificare le parti in rotazione (ingranaggi, alberi, ecc…) e la guida (barra metallica) che sorregge la testina di stampa. Come suggerivo prima, è bene leggere il service manual (allegato in fondo a questa pagina) per pulire, lubrificare e regolare il gruppo di stampa.

Ad ogni modo, evitate di usare troppo lubrificante! La quantità deve essere minima e, soprattutto, il lubrificante deve essere accuratamente posizionato, senza sporcare e impastare le altre parti.

Stampante ad aghi Commodore MPS803, rimontare collegare interno testina, trasformatore, filtro, scheda, rullo, carrello, testina, guide, cinghia, motore passo passo stepper

Dopo aver pulito e lubrificato il tutto, è possibile riassemblare la stampante Commodore MPS 803. Per riassemblarla, è sufficiente ripercorrere i passi sopra descritti al contrario! Ricordarsi di ricollegare tutti i cavi (anche i 4 del gruppo di stampa e quello del pulsante/led) e di riavvitare delicatamente tutti i componenti.

Stampante Commodore MPS 803, stampante ad aghi, rimontare rotolo inchiostro, stampante vintage

Come si può notare, il risultato è ottimale e la stampante, rimontata, si presenta davvero bene!

Stampante Commodore MPS 803 pulita rimontata assemblata, restaurata, riparata

Per provare la stampante, ho utilizzato il programma di videoscrittura Easy Script. Ho realizzato un video con le istruzioni passo passo per utilizzare Easy Script e stampare con la stampante Commodore MPS 803.

Easy Script Commodore 64, video scrittura, Commodore MPS 803, Commodore 1541, stampante aghi, documento

Documentazione

A corredo del presente articolo, allego il service manual della stampante Commodore MPS803.

Iscriviti al canale YouTube: Valoroso-IT. Retro tecnologia, Commodore, impianti stereo vintage, retro computer, esperimenti e prove.

Ti piace questa pagina? Condividila:

Pubblicato in RetroComputer, RetroTecnologia ed Elettronica Vintage, Tutti gli articoli.

8 Commenti

  1. Ciao Amedeo, sto restaurando una MPS 803 il modello marrone, ho smontato tutto, pulito le plastiche, recappato, lubrificato la meccanica, e dal momento che l’asse dove scorre la testina era molto sporca e ruvida l’ho dovuto sfilare per pulirla per bene ma solo dopo mi sono accorto di non essermi segnato la posizione delle linguette per il distanziamento tra aghi e rullo che sul manuale viene riportato come “Clearance adjusting Level” https://www.manualslib.com/manual/1362768/Commodore-Mps-803.html?page=59#manual
    Sai qualche metodo accurato per poter calibrare l’asse su entrambi i lati?? il manuale riporta di settarlo da 0,4 a 0,45mm ma come potrei fare a occhio?? il calibro non ci entra..
    Grazie in anticipo

  2. Ciao! Per la calibrazione si possono utilizzare degli spessori calibrati (spessimetri). Si possono acquistare senza spendere troppo. In alternativa, se hai dei fogli plastici un po’ spessi, potresti misurare, con il calibro, lo spessore dei fogli, sperando di trovarne uno da 0,4-0,45 mm.

  3. Intanto grazie per avermi risposto, purtroppo non ho trovato un punto di misurazione attendibile con il calibro, ma proverò con degli spessimetri tra rullo e testina..

    p.s. restauro spettacolare!! compreso di scatola, polistirolo, manuali, cavi trattore, sembra tutto nuovo!! e poi vuoi mettere il suono “esotico” di una stampante a 9 aghi degli anni 80 🙂

    p.s 2 il tuo sito e le tue guide sono spettacolari!!! very cool!!!!!!!!!! e sempre attuali 🙂

  4. Grazie mille! In effetti, il suono della stampante ad aghi è bellissimo. Hai visto il video-articolo dove l’ho collegata ad un PC moderno con Windows 10?

  5. Ciao Amedeo si ho visto tutti i tuoi video, sono stati molto utili a partire dalla guida per la configurazione di opencbm a quella per poter mandare l’output di stampa su mps803, dove tra l’altro ho provato a stampare qualcosa dopo aver rimontato tutto e funziona alla perfezione come 40 anni fa 🙂
    Immagino che a 12 anni eri uno che girava con i floppy da 5¼ e che magari li scambiava con i rari amici che condividevano questa passione primordiale che avevano anche le possibilità per farlo, ai tempi eravamo degli alieni per questo oggi è la normalità ma il ricordo fa tanta tenerezza 🙂

  6. Ciao! Mi fa piacere! 🙂 In effetti hai ragione, quando ero alle elementari io avevo il Commodore 128 e un mio amico lo ZX Spectrum. Poi, già da quando avevo 10 anni, è entrato in casa un PC IBM, che non ho più mollato. Con quello, avevo i dischetti da 3.5 pollici da scambiare!

  7. Ciao Amedeo, sapresti dirmi se esistano in commercio i nastri di ricambio e se si dove poterli acquistare? Grazie!

  8. Ciao Giuseppe. I nastri si trovano su eBay, ci sono dei venditori stranieri che li commercializzano. Se paghi con PayPal hai la garanzia di ricevere la merce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*